Il Governo deve intervenire con azioni decisive per il contrasto del GAP

Alla ripresa dei lavori parlamentari il governo dovrà chiarire cosa intende fare per prevenire il gioco d’azzardo patologico”, ha dichiarato l’on. Paola Binetti dell’UDC.

E’ mia intenzione riprendere in commissione, con la dovuta energia, la discussione del disegno di legge sulla prevenzione e la cura della grave dipendenza dall’azzardo, che come noto era stato approvato il 26 giugno del 2014 e poi parcheggiato in attesa delle decisioni del governo“, ha continuato.

Secondo l’onorevole, le notizie riferite al gioco sono alquanto confuse e contraddittorie nonostante le buone intenzioni del sottosegretario Baretta che ha concentrato molte energie sul riordino del settore.

Ciò nonostante ancora oggi resta misterioso il balletto delle cifre relative al numero delle macchinette presenti nei bar e dintorni, ma ancor più misterioso è il numero delle sale scommesse, che si potrebbero aprire nel giro di pochi mesi, se la Conferenza Stato-Regioni dovesse approvare il bando per aprire altre 10.000 sale scommesse. Notoriamente le Vlt sono considerate più pericolose delle Awp”, ha sottolineato.

Secondo l’onorevole la proposta di ridurre le Awp del 30% non servirà a limitare i rischi che creano dipendenza dall’azzardo, anzi potrebbero invece aggravarsi le varie forme di ludopatia che continuano a colpire una schiera crescente di giocatori.

Dislocazione sul territorio, orari di apertura, numero delle sale e tipologia dei locali in cui si potrà giocare è tutt’altro che indifferente rispetto alla gravità della sindrome a cui i giocatori potrebbero essere esposti”.

Gli effetti della dipendenza saranno ancora più devastanti se l’entità delle giocate aumenterà. “Ci siamo sempre battuti per una oggettiva riduzione delle Awp e delle Vlt, non solo per una loro diversa dislocazione. L’approccio del Mef – continua Binetti – sempre caratterizzato in chiave economico-finanziaria, il nostro invece è basato sull’individuazione dei bisogni socio-sanitario e si avvale di due strumenti fondamentali: la formazione e lo stop alla pubblicità”.

Per Binetti è importante muoversi in questa direzione e promuovere azioni che possano chiarire perché giocare può avere ripercussioni negative sulla salute. “Stiamo predisponendo una manifestazione che dica in modo chiaro e forte, quando, come e perchè giocare può nuocere gravemente alla salute. Esattamente come è scritto su ogni pacchetto di sigarette“, ha concluso.

Be the first to comment on "Il Governo deve intervenire con azioni decisive per il contrasto del GAP"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*